e-local
e-local:

I bimbi del Vajont e le automobiline giocattolo
Longarone, dicembre 1963. A due mesi dall’immane tragedia del Vajont un gruppo di bambini scorrazza a bordo di piccole automobiline giocattolo sui resti di quella che era la chiesa di Longarone. Un’altra foto tenera e al tempo stesso drammatica della sciagura della diga. Eppure la vita doveva andare avanti, per chi era sopravvissuto. Doveva essere arrivata una batteria di automobiline in regalo per i bambini del Vajont. Un’altra immagine inedita, che stringe il cuore a solo guardarla
(Corriere delle Alpi)
Il memoriale delle vittime - Lo speciale

e-local:

I bimbi del Vajont e le automobiline giocattolo

Longarone, dicembre 1963. A due mesi dall’immane tragedia del Vajont un gruppo di bambini scorrazza a bordo di piccole automobiline giocattolo sui resti di quella che era la chiesa di Longarone. Un’altra foto tenera e al tempo stesso drammatica della sciagura della diga. Eppure la vita doveva andare avanti, per chi era sopravvissuto. Doveva essere arrivata una batteria di automobiline in regalo per i bambini del Vajont. Un’altra immagine inedita, che stringe il cuore a solo guardarla

(Corriere delle Alpi)

Il memoriale delle vittime - Lo speciale